Referendum 12-13 giugno 2011

REFERENDUM

12-13 GIUGNO 2011

VOTA Sì

 

Ai referendum di domenica 12 e lunedì 13 giugno

vota SI per dire NO

1- Vota SI per dire NO AL NUCLEARE.

2 – Vota SI per dire NO ALLA PRIVATIZZAZIONE DELL’ACQUA.

3 – Vota SI per dire NO AL LEGITTIMO IMPEDIMENTO.


RICORDIAMOCI CHE DOBBIAMO PUBBLICIZZARLO NOI IL REFERENDUM!

Vi ricordo che il referendum passa se viene raggiunto il quorum. E’
necessario che vadano a votare almeno 25 milioni di persone.


P A S S A P A R O L A ! ! !

 


Quando si vota?
Si voterà il 12 e il 13 giugno in tutta Italia. I seggi rimarranno aperti dalle 8 alle 22 di domenica 12 e dalle 7 alle 15 di lunedì 13. Le recenti manovre del governo su nucleare e acqua non cancellano automaticamente i quesiti referendari, come è stato detto.

 

Per che cosa si vota?

Ci sono 4 quesiti:

  • SCHEDA GRIGIAENERGIA NUCLEARE, per cancellare i commi 1 e 8, articolo 5, del Decreto Legge ‘Omnibus’ del 2011 (che modifica la legge Scajola sul nucleare), che prevede la possibilità di costruire centrali nucleari in Italia nei prossimi anni;
  • SCHEDA VERDE: GIUSTIZIA, per cancellare la Legge sul legittimo impedimento del Presidente del Consiglio dei Ministri e dei Ministri (l’Art. 1 commi 1, 3, 5, 6 e l’Art. 2 della Legge 7 aprile 2010 N. 51);
  • SCHEDA GIALLA: ACQUA, per cancellare le Legge sul profitto garantito per le società private che gestiscono i servizi idrici, senza la necessità che queste ultime investano per il miglioramento qualitativo del servizio (comma 1 dell’Art. 154 del Decreto Legislativo N. 152 del 3 aprile 2006);
  • SCHEDA ROSSA: ACQUA, per cancellare il Decreto Ronchi del 2008 sull’obbligatorietà della privatizzazione delle società di gestione dell’acqua (Art. 23 bis del Decreto Legge 25 giugno 2008 N. 112) .

Votare fuori sede

Sebbene in generale si possa votare ai referendum solo presso il proprio comune di residenza e seggio di iscrizione elettorale, c’è una possibilità per chi vive, studia o lavora in un’altra città e/o regione. Si può fare richiesta per essere designati rappresentanti di seggio.

Cosa significa?
Presso ogni seggio, possono essere presenti, e hanno diritto di voto, due rappresentanti per ogni partito e per ogni comitato promotore dei quesiti referendari. Devono essere muniti di un documento di identità, della tessera elettorale e della delega come rappresentante di seggio.

Cosa devo fare?

Per essere designati rappresentanti di seggio, e avere la delega a rappresentante di seggio, bisogna contattare i referenti locali dei partiti politici e dei comitati promotori. Per Italia dei Valori, si può fare riferimento a questo link. Inoltre, bisogna ricordare che oltre che partito politico presente in Parlamento IdV è anche promotore dei quesiti referendari su nucleare e legittimo impedimento, e avrà quindi disponibili più posti ai seggi. Anche il comitato ‘Fermiamo il nucleare’ ha diritto ai rappresentanti di seggio (trovate qui l’elenco dei comitati locali) così come il Forum per l’acqua bene comune.

 


Per maggiori info clicca qui.

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.